Videosorveglianza Android : Come controllare casa con un vecchio smartphone

Hai un vecchio smartphone Android messo da una parte in un cassetto che non utilizzi più ? Ebbene se ti interessa tramite un’app lo puoi trasformare in un perfetto sistema di videosorveglianza che rileva i movimenti, puoi nascondere il dispositivo mobile e appena si muove qualcosa ti avvisa con una notifica tramite email o SMS inoltre puoi fare i salvataggi video nel Cloud di Google Drive o Dropbox. Allora cosa dici ti potrebbe interessare questa guida ? Se hai un attimo di tempo vediamo assieme come costruire un sistema di videosorveglianza Android sfruttando le qualità tecnologiche del telefonino e della sua videocamera.


Videosorveglianza Android : Con questa guida ti spiego con pochi passi come trasformare un vecchio smartphone in un sistema di videosorveglianza efficace per controllare la tua casa. 

Trasformare un vecchio smartphone in un kit di videosorveglianza Android oltre a sorvegliare casa quando non ci sei, ti potrebbe servire anche per altri scopi, per esempio se hai un figlio piccolo lo puoi monitorare nel sonno oppure puoi controllare il cane o il gatto quando sei in ufficio durante il giorno e tanto altro, le operazioni da eseguire per ottenere tutto questo sono veramente molto semplici, ma senza perdere altro tempo vediamo come funziona.

L’app che ti permette di eseguire un sistema di videosorveglianza Android si chiama WardenCam360 IP-Cam Sicurezza domestica e trasforma un qualsiasi smartphone o tablet partendo da un sistema operativo Android Gingerbread 2.3 o superiore che funziona mediante rete WiFi o 3G/4G, ti ricordo che questa applicazione deve essere installata su tutti e due i dispositivi mobili.

Il primo smartphone serve per sorvegliare svolgendo la funzione di videosorveglianza tramite la videocamera, mentre il secondo smartphone te lo porti con tè e ti serve da viewer remoto in parole semplici per controllare il primo, l’importante che entrambi i dispositivi siano registrati con lo stesso account di Google, inoltre con WardenCam360 puoi sfruttare l’integrazione con Google Drive e DropBox per le registrazioni dei file video sul rilevamento di movimento.

Come funziona e come configurare WardenCam360

Come primo passo prendi lo smartphone vecchio vai sul Play Store cerca ed installa l’applicazione di videosorveglianza WardenCam360 IP-Cam Sicurezza domestica al termine avviala e tappa la voce Inizio per trovarti nella prima schermata di configurazione.

videosorveglianza-android-1

A questo punto alla voce Imposta il dispositivo come tappa l’icona Camera, nelle opzioni sotto Salva la registrazione in spunta l’icona con il servizio Cloud Google Drive o DropBox su cui intendi eseguire il salvataggio dei file e per finire tappa su Accedi con Google, quindi inserisci i dati di accesso dell’account di Google ed il gioco è fatto il primo dispositivo di videosorveglianza Android è configurato.

videosorveglianza-android-2

Ora passiamo al secondo prendi lo smartphone che deve fare da viewer ovvero quello con cui devi controllare il dispositivo con la telecamera spia, vai sul Play Store ed installa anche quì l’app WardenCam360 IP-Cam Sicurezza domestica, al termine aprila e fai tap sul pulsante con la scritta Inizio.

Nella schermata di configurazione sull’opzione Imposta il dispositivo come seleziona l’icona Viewer e su Salva la registrazione in seleziona il servizio Cloud tra Google Drive e DropBox in cui vuoi salvare le registrazioni video, per terminare fai tap su Accedi con Google e digita i dati di accesso dell”account Google ( mi raccomando deve essere lo stesso dell’altro smartphone ) ed il gioco è fatto.

Adesso accendi anche l’altro smartphone quello vecchio ed avvia l’app WardenCam360 e fai tap su Rileva movimento dopo qualche secondo nello smartphone viewer dovrebbe comparire l’icona di videosorveglianza con le immagini video in diretta, se invece fai tap sull’icona a forma di tre puntini collocata in alto a destra puoi regolare le impostazioni di camera e le impostazioni di viewer inoltre puoi consultare anche il manuale utente.

videosorveglianza-android-3

Mentre dalle icone posizionate sotto puoi attivare facendo un tap la registrazione, il rilevamento di movimento, attivare la modalità di rilevamento notturna con luce bassa, accendere la torcia, parlare in remoto tappando l’icona parla, e ruotare lo schermo visivo con ruota schermo.

Le registrazioni di movimento le puoi visionare facendo tap sull’icona a forma di bandierina collocata in alto a destra, per terminare ti ricordo che hai 24 ore di registrazione gratis, una volta terminate devi acquistare l’upgrade alla versione WardenCam360 Premium dal costo di circa 4,99 €uro.

 

In conclusione

Bene anche la guida dove ti ho spiegato come trasformare un vecchio dispositivo mobile in un perfetto sistema di videosorveglianza Android è giunta al termine spero ti sia piaciuta e di rivederti alla prossima, non dimenticarti di seguirmi sui Social Network Facebook Twitter e Google Plus per rimanere sempre informato sulle novità del blog, inoltre mi farebbe molto piacere se condividi questa guida attraverso i pulsanti Social che trovi alla fine.


Altre guide interessanti :



Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. http://www.iubenda.com/privacy-policy/718171/legal

Chiudi