Come creare una chiavetta USB per riparare Windows 10

Winodws 10 non parte ? Windows 10 si blocca in avvio ? Ed ora come Ripristinare Windows 10  ? Per tutte queste domande torniamo indietro di un giorno. Come al solito accendi il PC purtroppo il sistema operativo si rifiuta di partire e tu non essendo tanto pratico ti trovi di fronte ad un bel problema, un tuo amico ti ha detto che dovrai formattare Windows 10. Alt! fermati prima di fare questa operazione prova a ripristinare Windows 10, se vuoi provare con questa guida ti spiego proprio come creare una chiavetta USB per riparare Windows 10 dotata di tutti gli strumenti che servono a coreggere gli errori del sistema ed a ripristinarlo.


Ripara Windows 10 con una penna USB : Eccoti la guida per creare una chiavetta USB per riparare Windows 10

Nei casi in cui Windows 10 non parte solitamente il sistema operativo avvia in automatico una console che serve a correggere gli errori di avvio del sistema ed a ripristinare Windows 10 ad uno stato precedente, ma purtroppo a volte succede che la console di ripristno non parte e quindi ti rimane solo una soluzione drastica quella di formattare e reinstallare Windows 10 da zero, ecco che per evitare tutto questo ti consiglio di anticipare e di creare una chiavetta USB per riparare Windows 10, sempre pronta all’uso in caso di emergenza e di problemi, ma senza perdere altro tempo vediamo come fare.

Come creare una chiavetta USB per riparare Windows 10

Come primo passo prima di iniziare devi procurarti una penna USB da almeno 4 Gbyte senza dati memorizzati al suo interno, ora devi recuperare anche il codice seriale di Windows 10 che ti potrebbe servire in certi casi, se non lo conosci e non sai come fare a recuperarlo allora leggi la guida come recuperare product key di Windows, una volta che hai anche il codice seriale segnatelo su un foglio e tienilo da parte.

Bene a questo punto sei pronto a creare chiavetta USB avviabile per riparare Windows 10, quindi apri il browser e vai alla pagina principale di Microsoft e clicca sul pulsante con la scritta Scarica lo strumento per iniziare il download del file MediaCreationTool.exe.

Come-creare-una-chiavetta-USB-per-riparare-Windows-10-1

Al termine del download collega la penna USB al computer, e clicca due volte con il tasto sinistro del mouse sul file appena scaricato MediaCreationTool.exe per avviarlo, nella prima finestra che si apre seleziona il pulsante Si attendi le operazioni preliminari e poi nella schermata delle condizioni di licenza seleziona Accetta per proseguire nella finestra successiva.

Come-creare-una-chiavetta-USB-per-riparare-Windows-10-2

Ora nella finestra in cui ti trovi spunta la voce con la scritta Crea un supporto di installazione per un altro PC e clicca sul pulsante Avanti, quindi seleziona la lingua l’edizione di Windows 10 e l’architettura del sistema se a 32 o 64 bit ( solitamente queste opzioni sono già impostate automaticamente ), quindi premi Avanti per proseguire.

Come-creare-una-chiavetta-USB-per-riparare-Windows-10-3

Da questa finestra vedi che sia spuntata la voce Unità flash USB e poi clicca sul pulsante Avanti per proseguire nella schermata successiva, ora controlla che nel menu a tendina Unità removibili sia selezionata la chiavetta USB esatta, se tutto è apposto premi il pulsante Avanti per far partire il download di Windows 10 ( il tempo impiegato solitamente si aggira attorno ai 25-40 minuti ma tutto dipende dalla velocità della tua connessione ad Internet ).

Una volta che hai finito il download di Windows 10 e ti viene mostrata la scritta l’unità USB è pronta per terminare clicca sul pulsante Fine.

Ti ricordo che con questa chiavetta oltre a riparare il sistema operativo puoi in caso di necessità anche formattare ed installare da zero Windows 10 vedi la mia guida completa come installare Windows 10 da USB.

Come rendere avviabile la chiavetta USB dal computer

Ora che hai visto come creare una chiavetta USB per riparare Windows 10 nel caso il sistema operativo non si avvia direi che sarebbe meglio provarla per non avere problemi in seguito nel caso di una emergenza, per fare questa operazione devi andare a modificare il boot di partenza del BIOS in modo da rendere avviabile la chiavetta USB come prima periferica.

Come-creare-una-chiavetta-USB-per-riparare-Windows-10-5

Per entrare nel BIOS appena accendi il PC devi premere nella tastiera determinati tasti, ma siccome ogni dispositivo ha i suoi predefiniti ti consiglio di leggere attentamente la mia guida come avviare il PC da chiavetta USB dove ti spiego in modo dettagliato tutti i passi da fare.

Come ripristinare Windows 10 da chiavetta USB

Appena la chiavetta USB parte in avvio automatico dal PC alla prima schermata seleziona la lingua e clicca sul pulsante Avanti poi nella successiva scegli l’opzione Risoluzione dei problemi.

Ora nella schermata Opzioni avanzate hai diverse possibilità per correggere la maggior parte dei problemi di avvio Windows 10, quindi in base al problema che si verifica scegli una delle opzioni proposte per proseguire.

Come-creare-una-chiavetta-USB-per-riparare-Windows-10-6

Con Ripristino del sistema puoi ritornare ad un punto di ripristino registrato precedentemente nel PC e ripristinare Windows 10, questa opzione è ideale per esempio nel caso hai installato un programma e dopo il sistema operativo non funziona bene o non parte.

Ripristino immagine del sistema con questa ripristini Windows 10 con un file immagine di sistema specifico creato in precedenza tramite un backup di Windows 10.

Ripristino all’avvio questa opzione corregge i problemi che impediscono il caricamento di Windows 10, mentre con il Prompt dei comandi puoi usare dei comandi specifici per la risoluzione dei problemi, opzione adatta ad utenti esperti e pratici.

Per finire Torna alla build precedente con questa voce puoi ritornare ad una versione di Windows 10 precedente nel caso hai effettuato un aggiornamento di Windows 10 non andato a buon fine.

In conclusione

Se stai leggendo questo paragrafo allora vuol dire che hai trovato questa guida come creare una chiavetta USB per riparare Windows 10 interessante e direi che sono contento, ma prima di chiudere ti volevo dire che mi puoi trovare anche su Facebook Twitter e Google Plus inoltre mi farebbe molto piacere se condividi questa guida attraverso i pulsanti Social che trovi alla fine in modo che anche i tuoi amici la possono leggere ed anche per far conoscere il blog.


Altre guide interessanti :



Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. http://www.iubenda.com/privacy-policy/718171/legal

Chiudi