Come installare macOS Catalina su Windows con VirtualBox

Dopo macOS Mojave lanciato l’anno scorso anche quest’anno Apple ha rilasciato una nuova versione del sistema operativo per computer che prende il nome di macOS Catalina 10.15. Questo è il più grande aggiornamento mai fatto portando in dote numerose e interessanti novità e migliorie grazie alle quali usare un Mac diventa ancora più semplice. Vuoi scoprire cosa ti offre MacOS Catalina 10.15? Vuoi provare il sistema operativo di Apple sul PC? Benissimo allora devi leggere questa guida come installare macOS Catalina su Windows con VirtualBox. Non ti preoccupare ti spiego passo per passo su come fare nel modo più semplice possibile.

Come installare macOS Catalina su Windows con VirtualBox per poter provare e testare il nuovo sistema operativo di Apple sul tuo PC

Una volta che avrai avviato MacOS Catalina 10.15 noterai che l’interfaccia grafica è rimasta la stessa di macOS Mojave, ma nonostante questo sono state aggiunte molte nuove funzionalità e modifiche al sistema operativo di casa Apple.

Alcune funzionalità inserite in macOS Catalina includono miglioramenti in termini di sicurezza e prestazioni per esempio iTunes è stato smenbrato e diviso in tre app (Podcast, Musica e TV), la sincronizzazione con i dispositivi iOS è stata integrata nel Finder, l’app Foto ha un look nuovo, dinamico e coinvolgente, dando il massimo risalto a scatti e ricordi, è stato migliorato anche Note, l’app Promemoria è stata completamente riprogettata, con un nuovo design e sono stati fatti anche aggiornamenti su Safari. Per sapere in dettaglio le altre novità inserite puoi collegarti al sito ufficiale di Apple.

Che cos’è VirtualBox

Come-installare-macOS-Catalina-su-Windows-con-VirtualBox-1

Prima di iniziare con la guida come installare macOS Catalina su Windows con VirtualBox ti volevo spiegare nel caso non lo sai che cos’è VirtualBox. Se hai seguito il blog avrai notato che in altre guide (Come installare macOS Mojave su VirtualBox, Come creare una macchina virtuale su Windows 10 senza VirtualBox, Come installare Android con Virtualbox sul computer,  ho usato ancora questo nome.

Ebbene VirtualBox giusto per non dilungarmi troppo e spiegartelo in parole semplici non è altro che un software di virtualizzazione gratuito una sorta di macchina virtuale che può eseguire più sistemi operativi virtuali in un sistema operativo.

Per esempio se usi come sistema operativo Windows 10 una volta installato VirtualBox senza la necessità di avviare il PC attraverso l’interfaccia della macchina virtuale molto semplice da configurare e usare puoi avere più sistemi operativi installati ad esempio macOS, Linux, Windows, Android, Solaris, DOS e tutti gli altri tipi di sistemi operativi supportati. Ecco che cos’è VirtualBox.

Come installare macOS Catalina su Windows con VirtualBox

Come-installare-macOS-Catalina-su-Windows-con-VirtualBox-2

Bene ora che conosci la macchina virtuale di Oracle vediamo come installare ed usare il sistema macOS Catalina 10.15 sul PC attraverso VirtualBox. Per installare macOS Catalina 10.15 e farlo funzionare su Windows attraverso il virtualizzatore devi inanzitutto verificare le caratteristiche del tuo PC e attivare dal BIOS/UEFI la tecnologia Intel Virtualization VT-X e per finire scaricare i file richiesti per l’installazione, ma procediamo con ordine passo per passo.

Verificare le caratteristiche del PC

Per poter far girare e provare al meglio macOS Catalina 10.15 su Windows è utile verificare che il tuo PC abbia le caratteristiche ottimali ad esempio il processore deve essere un Dual Core meglio se Intel Quad-Core I3, I5, o I7 e che sia in grado di sopportare la tecnologia di virtualizzazione Intel Virtualization VT-X, inoltre devi avere installato sul PC un sistema operativo Windows a 64 bit ed avere montato minimo 2 GB di memoria RAM (meglio se 4/8/16 GB) e per finire devi avere a disposizione minimo 20 GB di spazio libero sull’hard disk.

Se non sei tanto pratico non preoccuparti puoi leggere la mia guida come sapere le specifiche tecniche di computer e dopo che hai verificato le caratteristiche del tuo PC come il processore, la memoria RAM, il tipo di sistema operativo installato e lo spazio libero su disco fisso, vai a questa pagina segui le istruzioni che ti vengono richieste e verifiva se il tuo processore supporta la tecnologia di virtualizzazione ( Intel Virtualization VT-X ).

Attivare dal BIOS/UEFI la voce Intel Virtualization VT-X

Se stai leggendo questo paragrafo allora vuol dire che il tuo PC ha superato tutti i test e ha le caratteristiche adatte quindi il processore supporta la tecnologia Intel Virtualization VT-X o Virtualization Technology (VT ). Ma per assicurati che questa sia attivata devi entrare nel BIOS o UEFI. Se non sai come entrare nel BIOS/UEFI leggi questa guida molto dettagliata presa da fonte TecnoWiz.

Una volta che sei entrato nel BIOS/UEFI posizionati sulla scheda BIOS FeaturesAdvanced oppure Advanced BIOS Features o Configuration ( dipende dal modello di scheda madre montata), quindi individua la voce Intel Virtualization VT-X o Intel Virtualization Technology oppure Virtualization e posizionala su Enable.

Come-installare-macOS-Catalina-su-Windows-con-VirtualBox-3

Una volta che hai attivato la virtualizzazione sul processore per terminare premi il tasto F10 sulla tastiera e nella finestra che appare seleziona la voce Save Configuration Changes and Exit Now seguito dal tasto Invio sulla tastiera, quindi seleziona Yes e premi ancora Invio sulla tastiera per salvare le impostazioni appena modificate.

File richiesti per l’installazione di macOS Catalina su VirtualBox

Dai coraggio se stai leggendo questo paragrafo vuol dire che sei ad un buon punto, quindi possiamo proseguire con la guida su come installare macOS Catalina su Windows con VirtualBox e vediamo quali file di installazione ti servono.

Come primo passo vai a scaricare l’ultima versione del programma VirtualBox. Per fare questo avvia il browser collegati alla pagina principale del sito Web e clicca sul pulsante Download Virtualbox x.x (le x indicano l’ultima versione disponibile).

Nella pagina successiva individua la sezione Pacchetti della piattaforma VirtualBox x.x.xx (le x indicano la versione di VirtualBox attualmente disponibile) e clicca sulla scritta a link Host Windows per far partire il download.

Sempre nella stessa pagina nella sezione VirtualBox x.x.xx Oracle VM VirtualBox Extension Pack (le x indicano la versione attualmente disponibile) premi sul link Tutte le piattaforme supportate per scaricare VirtualBox Extension Pack un insieme di strumenti che aggiunge nuove funzionalità a VirtualBox come il supporto per dispositivi USB 2.0 e USB 3.0, VirtualBox RDP, crittografia del disco, avvio NVMe e PXE per schede Intel e tanto altro.

Bene ora che hai scaricato i file per installare la macchina virtuale VirtualBox andiamo a scaricare sul PC l’immagine di macOS Catalina 10.15. Per fare questa operazione ti fornisco più link nel caso qualcuno non funzionasse.

  • Link 1: Mediafire del file macOS 10.15 Catalina Installer collegati a questa pagina e clicca sul pulsante verde Download (unico file completo)
  • Link 2: Google Drive collegati a questa pagina clicca con il tasto destro del mouse sul file macOS Catalina Pubblic Beta poi seleziona la voce Scarica (unico file completo)
  • Link 3: Google Drive collegati a questa pagina clicca con il tasto destro del mouse su ogni file macOS Catalina Pubblic Beta poi seleziona la voce Scarica (7 file)

Durante la fase di download da Google Drive potresti riscontrare l’errore Quota di download superata per questo file. Per correggere l’errore come primo passo vai su Google Drive e accedi al tuo account.

Come passo successivo clicca sul link del file di macOS che ti ho suggerito in questa guida quindi una volta entrato in Google Drive dove sono posizionati i file del sistema Apple clicca con il pulsante destro del mouse sul file di macOS Catalina e dal menu che appare seleziona la voce Crea una copia.

Come-installare-macOS-Catalina-su-Windows-con-VirtualBox-4

A questo punto entra nel tuo Google Drive e come puoi vedere è stata creata una copia del file di macOS Catalina, selezionalo con il tasto destro del mouse e dal menu che appare seleziona la voce Scarica se appare un popup che ignora l’operazione premi Scarica comunque.

Installazione e configurazione di VirtualBox su PC Windows

Bene ora che hai scaricato i file necessari di macOS Catalina e i file di VirtualBox procedi con l’installazione della macchina virtuale. Come primo passo clicca due volte consecutive con il tasto sinistro del mouse sul file VirtualBox-x.x.xx-xxxxxx-Win.exe (le x indicano la versione disponibile).

Dalla prima finestra che si apre seleziona il pulsante Avanti > Avanti > Avanti > Si > Installa > Si > Installa e Fine per terminare la procedura di installazione ed avviare la schermata principale di VirtualBox. Prima di procedere individua dove hai scaricato il file ed installa anche VirtualBox Extension Pack.

Come-installare-macOS-Catalina-su-Windows-con-VirtualBox-5

Per installare VirtualBox Extension Pack premi il pulsante Strumenti posizionato in alto a destra di VirtualBox e poi Preferenze. Dalla finestra che si apre seleziona sulla colonna di sinistra la voce Estensioni quindi premi l’icona + e tramite il percorso Apri il file Oracle_VM_VirtualBox_Extension_Pack-x.x.xx.vbox-extpack (le x indicano la versione disponibile) che hai scaricato in precedenza sul PC.

Una volta caricato il file Oracle_VM_VirtualBox_Extension_Pack-x.x.xx.vbox-extpack (le x indicano la versione disponibile) di VirtualBox Extension Pack dalla piccola finestra che appare seleziona il pulsante Installa.

A questo punto continua e installa macOS Catalina su VirtualBox su PC Windows procedendo in questa maniera. Come primo passo per ora chiudi momentaneamente la macchina virtuale facendo clic sul pulsante di chiusura a forma di una X collocato in alto a destra.

Il passo successivo che devi fare è quello di estrarre il file macOS Catalina VMDK scaricato in precedenza. Per fare questa operazione individua la cartella o trova dove hai scaricato il file compresso in precedenza ed estrailo in una cartella qualsiasi o a tua scelta del PC.

Dopo che hai scompattato il file di macOS Catalina .vmdk devi creare una nuova macchina virtuale, quindi avvia VirtualBox e dalla prima schermata che appare clicca sull’icona a forma di un sole celeste quella con la scritta Nuova tanto per intenderci.

Come-installare-macOS-Catalina-su-Windows-con-VirtualBox-6

Nella nuova finestra che ti appare digita un nome da dare alla macchina virtuale sul campo di testo Nome, invece sulla voce Cartelle della macchina lascia tutto invariato mentre su Tipo scegli Mac OS X e sotto sul menu a tendina Versione scegli Mac OS X (64 bit). Premi il pulsante Successivo per proseguire.

Nella finestra in cui ti trovi imposta la memoria a circa il 50% della disponibilità di RAM fisica, quindi se il tuo computer ha 8 GB di RAM seleziona attraverso il cursore 4 GB poi premi il pulsante Successivo.

Nel passaggio successivo metti la spunta sulla voce Usa un file di disco virtuale esistente e premi sul pulsante Crea. Dopo aver creato la macchina virtuale di macOS Catalina appena ti ritrovi nella shermata principale chiudi VirtualBox.

Come-installare-macOS-Catalina-su-Windows-con-VirtualBox-7

Dopo aver chiuso VirtualBox avvialo nuovamente quindi posizionati nella macchina virtuale di macOS Catalina appena creata e clicca sull’icona a forma di un ingranaggio con la scritta Impostazioni per apportare modifiche per l’installazione di macOS 10.15 Catalina con VirtualBox su Windows.

Dalla schermata che si apre posizionati sulla voce Sistema posizionata nella barra del menu di sinistra poi seleziona Scheda Madre in alto e nella scheda a destra che appare togli la spunta sulla voce Floppy collocato nella sezione Ordine di avvio. Sempre nella finestra Sistema posizionati sulla scheda Processore quindi sposta il cursore Processori e aumenta i core fino a raggiungere l’inizio della parte in rosso.

Come-installare-macOS-Catalina-su-Windows-con-VirtualBox-8

Ora spostati su Schermo dal menu di sinistra sposta il cursore verso la zona verde di destra per aumentare la Memoria Video. Sempre dal menu di sinistra posizionati su USB e dalla schermata di destra che appare metti la spunta sulla voce Controller USB 3.0 (xHCI) quindi premi il pulsante Ok collocato sotto a destra per confermare tutte le impostazioni fino ad ora impostate.

Una volta che hai impostato la macchina virtuale per effettuare il prossimo passaggio devi assolutamente spegnere VirtualBox quindi clicca sulla X collocata in alto a destra oppure su File > Exit.

Aggiungere i codici di comando

Una volta spenta la macchina virtuale devi applicare i codici per la configurazione delle impostazioni di VirtualBox. Per fare questa operazione come primo passo clicca con il tasto destro del mouse sul pulsante Start di Windows quindi nel menu che appare seleziona la voce Cerca e dalla finestra che si apre digita cmd.

Se invece hai come sistema operativo Windows 10 digita cmd sul campo di ricerca Cortana collocato in basso a sinistra nella barra delle applicazioni di fianco al pulsante Start per far apparire la voce Prompt dei comandi.

Sulla scritta che è apparsa Prompt dei comandi clicca con il tasto destro del mouse e nel menu che si apre seleziona la voce Esegui come amministratore e poi rispondi Si per aprire la finestra nera del CMD come amministratore.

Adesso lascia per un momento il Prompt dei comandi ed avvia un documento di testo. Fai un click in un punto qualsiasi del Desktop con il pulsante destro del mouse e dal menu che appare seleziona la voce Nuovo > Documento di testo. Una volta aperta la pagina del nuovo documento di testo copia ed incolla il codice che vedi sotto a questo paragrafo (premi la + per aprire).

cd “cd “C:\Program Files\Oracle\VirtualBox\”
VBoxManage.exe modifyvm “Your VM Name” –cpuidset 00000001 000106e5 00100800 0098e3fd bfebfbff
VBoxManage setextradata “Your VM Name” “VBoxInternal/Devices/efi/0/Config/DmiSystemProduct” “iMac11,3”
VBoxManage setextradata “Your VM Name” “VBoxInternal/Devices/efi/0/Config/DmiSystemVersion” “1.0”
VBoxManage setextradata “Your VM Name” “VBoxInternal/Devices/efi/0/Config/DmiBoardProduct” “Iloveapple”
VBoxManage setextradata “Your VM Name” “VBoxInternal/Devices/smc/0/Config/DeviceKey” “ourhardworkbythesewordsguardedpleasedontsteal(c)AppleComputerInc”
VBoxManage setextradata “Your VM Name” “VBoxInternal/Devices/smc/0/Config/GetKeyFromRealSMC” 1

Una volta copiato ed incollato il codice nel documento di testo devi andare a sostituire la parola in mezzo alle virgolette “Your VM Name” con il nome della macchina virtuale di macOS Catalina che hai dato prima su VirtualBox nel mio caso ho messo come nome macOS Catalina. Mi raccomando non cancellare le virgolette.

Come-installare-macOS-Catalina-su-Windows-con-VirtualBox-10

Per fare questa operazione una sola volta dal Blocco note clicca su Modifica > Sostituisci quindi dalla piccola finestra che si apre digita su Trova: la parola Your VM Name (senza virgolette) e su Sostituisci con: il nome che hai assegnato alla tua macchina virtuale prima, il mio è macOS Catalina dopodichè clicca sul pulsante Sostituisci tutto.

Ora che hai modificato il codice di macOS Catalina per VirtualBox ritorna al Prompt dei comandi di Windows e copia ed incola il codice modificato quindi premi il tasto Invio sulla tastiera ed il gioco è fatto.

Installare macOS Catalina su VirtualBox

Bene adesso che è tutto pronto vediamo finalmente come installare macOS Catalina su Windows con VirtualBox. Quindi avvia VirtualBox e seleziona la macchina virtuale di macOS Catalina dopodichè clicca l’icona a forma di freccia verde (Avvia) collocata in alto. Al termine dell’avvio e prima che scadano i secondi premi ESC sulla tastiera per saltare startup.nsh.

Come-installare-macOS-Catalina-su-Windows-con-VirtualBox-12

Dalla schermata nera in cui ti ritrovi digita install.nsh e premi il tasto Invio sulla tastiera per iniziare la fase di installazione di macOS Catalina. Ti ricordo che per installare il sistema operativo su VirtualBox ci vuole un bel pò di tempo quindi armati di pazienza.

Configurare macOS Catalina

Una volta che la fase di installazione di macOS parte ci sarà da configurare le impostazioni del sistema operativo. Quindi dopo circa 30 minuti dall’inizio dall’installazione (dipende dalla velocità del tuo PC), dalla prima finestra che appare imposta la lingua di preferenza e clicca sul pulsante Continue.

In una delle schermate successive digita sul campo Full name un nome da dare al sistema e una Password di accesso da digitare nel campo appropriato che ti verrà chiesta al prossimo riavvio per accedere, quindi per proseguire clicca sul pulsante Continue tante volte fino a quando non ti ritrovi la schermata di macOS Catalina pronta per essere usata.

Come-installare-macOS-Catalina-su-Windows-con-VirtualBox-11

Ora che hai finito di installare macOS Catalina su VirtualBox sicuramente provandolo hai notato che il sistema operativo di Apple è in lingua Inglese. Se hai intenzione di cambiare la lingua Inglese con quella Italiana clicca sull’orologio collocato in alto a destra e nel menu che appare seleziona la voce Open Date & Time Preferences… quindi dalla finestra che si apre premi il pulsante Open Language e Region.

Come-installare-macOS-Catalina-su-Windows-con-VirtualBox-13

A questo punto nella finestra che appare clicca sul pulsante con il simbolo + quindi dalla lista seleziona la voce Italiano ( Italia ) e clicca il pulsante che si attiva Add collocato in basso a destra. Nella piccola finestra che si apre in alto seleziona Use italian ( Italy ), quindi chiudi la finestra e riavvia il sistema per cambiare la lingua di macOS Catalina in italiano.

In conclusione

Se stai leggendo questo paragrafo allora vuol dire che hai trovato questa guida come installare macOS Catalina su Windows con VirtualBox interessante e direi che sono molto contento, ma prima di chiudere ti volevo dire che mi puoi trovare anche su FacebookTwitter, Instagram e Linkedin inoltre mi farebbe molto piacere se condividi questa guida attraverso i pulsanti Social che trovi ad inizio guida ed alla fine in modo che anche i tuoi amici la possono leggere ed anche per far conoscere CeoTecnoBlog.

Comments are closed.